Vittorio Russo
Viaggiatore Scrittore Saggista Giornalista

Wikipedia: Vittorio Russo (scrittore)

 

          

Informazioni
Photogallery
News
Vittorio Russo - Bio-Biografia I Libri di V.Russo Copertine Video Ebook Eventi
  Quando Dio scende in terra
I Libri di V.Russo >> Quando Dio scende in terra >> Commenti

 

 
Il Libro
 

 
Nelle ore di una notte tormentata, un pontefice senza nome si ri­trova per incanto al cospetto di Dio. Sogno o realtà? Cosa avranno da dirsi il dotto teologo salito al soglio di Pietro e l’Onnipotente deluso da vizi e misfatti della Chiesa?
 
Con un’ironia al tempo stesso sottile e tagliente, Vittorio Russo rappresenta il prodigioso confronto tra due interlocutori di ec­cezione. Battuta dopo battuta, tra requisitoria incalzante e ac­corata difesa, a colpi di confutazioni e sofismi, si sviluppa una querelle intorno ai grandi temi della religione e della storia ec­clesiastica. Seguendo lo spartito del dialogo filosofico e dell’operetta morale, Quando Dio scende in terra suona come un raffinato j’accuse che celebra l’autentico messaggio d’amore del Cristianesimo.
 





 
E’ stato un grandissimo dono farmi leggere il mano­scritto di questo libro così interessante… (Luciano Canfora)
 

 
***

 
Avete davanti un’opera sicuramente innovativa: cercate come lettori di entrarvi senza lasciarvi travolgere dal conturbante contenuto, e tenendo fra le mani con sicurezza il timone. Sono pagini rivelatrici degli interessi, dei vizi, dei sentimenti e impulsi anche inconfessabili dell’animo umano, sciolti però in venature di ridente e insieme amara auto-delusione. (Mario Geymonat)
 

 
***

 
Due personaggi indescrivibili: un papa irriconoscibile e un  Dio che non si potrebbe nominare s’incontrano in un dialogo paradossale ma anche pieno di umanità, di storia, di proiezioni. Vittorio Russo costruisce un romanzo storico e insieme metafisico che nasce dalla sua passione di studioso per il Cristianesimo. Un libro di buona scrittura dal quale emerge un Dio Storico in cerca di un’identità dopo che l’autore ne ha prefigurata una nei suoi precedenti lavori: due saggi sulla figura storica di Gesù. “Quando Dio scende in terra” è un romanzo senza nessuna eresia ma con molta ironia, un’ironia che vuole lasciare tracce nel lettore e stimolarlo all’approfondimento di un tema così delicato (Ennio Cavalli)
 

 
***

 
Il libro si propone la ricerca di una soluzione del contrasto tra la logica della storia e la logica della religione e aiuta a vedere, sotto il velo delle scritture, ciò che possiamo prendere e ciò che possiamo lasciare dalle contraddizioni della religione. (Khaled Fouad Allam)
 

 
***

 
Un libro colto scritto con grande maestria (Bruno Gambacorta)
 

 
***

 
Ciò che rende vivace e divertente la lettura di questo libro dall’agile scrittura, è il contrapposto tra la serietà di un Dio scandalizzato e deluso e l’apparente bonomia di un Papa, chiamato Santità, che impudi­camente difende la Chiesa, lo propria condotta e quella dei suoi predecessori. Il dialogo è come una contesa senza tregua, fitta di raffinate sottigliezze dialettiche e di affondi eruditi che mai però appesantiscono la lettura. Con studiata gradualità lo scambio si accende, diventa serrato, incalzante, ma sempre ri­gorosamente calibrato, fino a risolversi in un artificio brillante e arguto che naturalmente non svelo per rispetto della curiosità del lettore. (Marcello Craveri)
 

 
***

 
Non è solo un brillantissimo botta e risposta fra due interlocutori straordinari ma un saggio, una summa erudita di teologia e di esegesi vetero e neo-testamentaria: è la storia del papato informata a testi robusti;  un libro di centoquarantadue pagine corposissime che richiede proprio quel lavorio al quale ci richiamano i benedettini della “ruminatio”… (Giuseppe Di Leo)
 

 
***

 
Un libro particolare e un saggio intenso che mette a nudo il pensiero dell’autore in un dialogo serrato fra un Pontefice e Dio stesso. In esso si svela un mondo di dubbi, di racconti e di storie che abbracciano epoche tormentate dalla storia della Chiesa. Questo lavoro inizia un percorso per il quale ci si aspetta un seguito altrettanto esaltante. (Gian Mario Gillio)
 

 
***

 
Questo testo, preceduto da studi informati ad autori come Donini e Craveri, appartiene alla penna versatile di Vittorio Russo, un autore che spazia tra pubblicazioni molto differenti che vanno dalle ricerche storiche su Alessandro Magno, alla Mitologia, alla Storia delle Religioni, all’India con le sue tradizioni, la sua spiritualità, la sue meraviglie. In questi lavori egli si esprime sempre con assoluta competenza e profonda erudizione. (Sandro Teti) 
 

 
***

 
Duemila anni di storia della Chiesa non si possono condensare in un libro di meno di duecento pagine, eppure questo lavoro ha il merito particolare di evocare con grande sapienza pagine dolenti di tanta storia e svegliare la coscienza del lettore. Vittorio Russo è osservatore attento di vicende complesse rese con abile linguaggio: è come se egli vedesse scorrere davanti a sé duemila anni di storia considerando le quali si pone e pone a noi domande. Questo è un libro che fa pensare sia chi è cristiano sia chi la pensa diversamente. (Luigi Sandri)
 

 
***

 
“Quando Dio scende in terra” è certamente un’opera innovativa, una sorta di raffinato j’accuse che tratta alcune delle questioni più imbarazzanti che la Chiesa Cattolica abbia affrontato nei secoli.  La storia è incentrata sui misteri della fede, i dogmi religiosi e le oscure controversie dell’intera storia ecclesiastica. Ha così inizio una diatriba su tutte le nefandezze di cui la chiesa si è macchiata nel corso dei millenni: dalle pratiche repressive dell’Inquisizione alle eresie, alle false credenze, alle superstizioni, ai vizi, ai peccati, agli eccessi, dove si alternano le delusioni dell’Onnipotente e i dotti ragionamenti di cui Sua Santità si avvale per giustificare la propria condotta e quella dei suoi predecessori. (Carla Iannacone)
 

 
***

 
I libri colti sono quasi sempre noiosi. Non questo dove l’erudizione si accompagna spesso all’ironia in pagine di gradevolissima lettura (Antonio Ferrara)
 

 
***

 
Un racconto di grande cultura; affascinante per le curiosità che sa suscitare (Giuliana Ubertini)
 

 
***

 
Non si smetterebbe mai di ascoltare Vittorio Russo per la grande preparazione e l’interesse che sa accendere discettando degli argomenti più complessi (Maria Pia Morelli)
 

 
***
 

 
Il libro di Vittorio Russo solo ad occhio superficiale può apparire irriverente. L’esattezza degli eventi storici, riproposti in una fan­tasiosa e penetrante vicenda romanzata, provoca la coscienza di noi cattolici affinché riflettiamo sulle sconcertanti aberrazioni passate, ma anche presenti, delle istituzioni ecclesiastiche, e meditiamo serenamente sulla necessità di un sempre rinnovato ritorno agli ideali del Vangelo. (Adriana Valerio)
 

 
***

 
Accade tutto nel tempo di un sonno inquieto. Un pontefice innominato sogna di ritrovarsi di fronte a Dio. E’ una tenzone argomentativa, sospesa tra requisitoria incalzante, strenua difesa e disputa teologica che prende in esame i grandi temi delle vicende ecclesiastiche: dal potere temporale al culto mariano, dalla validità dei dogmi alle pratiche repressive dell’Inquisizione, dalle crociate alle credenze superstiziose. Ispirato dai toni di una mordace ironia, Vittorio Russo dipinge una coppia di interlocutori di eccezione, alternando la burbera delusione dell’Onnipotente ai capziosi e dotti ragionamenti di Sua Santità, impiegati per giustificare la propria condotta e quella di chi l’ha preceduto sul soglio di Pietro. Il risultato è un’opera raffinata che, a debita distanza dagli accenti di un laicismo esasperato, richiama i più autentici valori del Cristianesimo: l’amore per il prossimo e l’esempio di Cristo, la tolleranza, la carità e il perdono. Al termine, mentre il papa si desta dal sonno smanioso, rimane il dubbio che gli straordinari eventi della notte siano molto più di un vivido incubo.  
Insomma, un dialogo sottile e incalzante intorno ai misteri della fede, i dogmi della religione e gli oscuri rovesci della storia ecclesiastica. Una diatriba, serrata come un duello, tra due interlocutori d’eccezione… (Antonio Maglia)
 

 

 

 

 

 
 
 
 
 

 


   Vittorio Russo - SCRITTORE SAGGISTA - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 05/08/2020